Il guerriero della luce

guerriero5

 

A volte il guerriero della luce si comporta come l’acqua, e fluisce fra gli ostacoli che incontra.
In certi momenti, resistere significa venire distrutto. Allora egli si adatta alle circostanze. Accetta, senza lagnarsi, che le pietre del cammino traccino la sua rotta attraverso le montagne.
In questo consiste la forza dell’acqua: non potrà mai essere spezzata da un martello, o ferita da un coltello. La più potente spada del mondo non potrà mai lasciare alcuna cicatrice sulla sua superficie.
L’acqua di un fiume si adatta al cammino possibile, senza dimenticare il proprio obiettivo: il mare. Fragile alla sorgente, a poco a poco acquista la forza dagli altri fiumi che incontra.
E, a partire da un certo momento, il suo potere È totale.
Per il guerriero della luce non esiste niente di astratto.
Tutto è concreto, e tutto lo riguarda. Egli non se ne sta seduto al riparo della sua tenda, osservando ciò che accade nel mondo; accetta la sfida come un’occasione che gli si presenta per trasformare se stesso.
Alcuni suoi compagni passano la vita criticando la mancanza di scelte, o commentando le decisioni altrui. Il guerriero, però, trasforma il proprio pensiero in azione.
A volte fallisce l’obiettivo, e paga, senza lagnarsi il prezzo dell’errore. Altre volte si allontana dal cammino, e perde molto tempo per ritrovare la meta originaria.

Ma un guerriero non si distrae.

Tratto da: Paulo Coelho – Manuale del Guerriero della Luce

Manuale del Guerriero della Luce - Edizione Speciale Paulo Coelho  

Manuale del Guerriero della Luce

Edizione speciale

Paulo Coelho

Compralo su il Giardino dei Libri

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.