Osho, Che cos’è la gelosia? 2

“Con gli amici si dovrebbe condividere tutto, specie i momenti più belli: momenti di amore, di poesia, di musica… dovrebbero essere condivisi. Così la tua vita diventerà sempre più ricca. Potreste raggiungere una tale armonia da voler passare insieme tutta la vita, ma non è un matrimonio.”

L’eliminazione del matrimonio sarà un grande festa per la terra. Nessuno ti impedisce, se ami tua moglie o tuo marito, di vivere insieme per vite intere; nessuno te lo impedisce. Cancellare il matrimonio vuol dire solo ridarti la tua individualità: ora nessuno ti possiede.

Non devi far l’amore con un uomo solo perché è tuo marito, e ha il diritto di pretenderlo. Nella mia visione, quando una donna fa l’amore con un uomo perché deve farlo, è prostituzione, non al dettaglio ma all’ingrosso!

Al dettaglio è meglio, almeno hai la possibilità di cambiare. Questa prostituzione all’ingrosso è pericolosa, perché non hai alcuna possibilità di cambiare. Dovresti avere qualche possibilità, perché sei solo un dilettante: è la prima volta che ti sposi. Un certo numero di matrimoni ti aiuteranno a maturare; allora forse sarai in grado di trovare la donna giusta. E con donna giusta, non intendo la donna “fatta per te”.

Non c’è una donna fatta per te e non c’è un uomo fatto per qualche donna. Con la donna giusta o l’uomo giusto, voglio solo dire che, se hai compreso alcune relazioni d’amore, se hai vissuto alcune relazioni, capirai quali cose creano tra di voi situazioni di infelicità e quali creano invece una vita piena d’amore, di pace e di felicità. Vivere con persone diverse è un’educazione di cui non si può fare a meno nel campo dell’amore.

Prima dovresti passare l’esame di tanti rapporti d’amore. Quando sei a scuola, all’università, dovresti sperimentare alcune relazioni. Non dovresti aver fretta di decidere, non è necessario: il mondo è grande, e ogni individuo ha una qualità unica e una sua bellezza.

Passando attraverso alcune relazioni, diventi consapevole di quale tipo di donna o di uomo può essere un amico per te, non un padrone e non uno schiavo. E l’amicizia non ha bisogno del matrimonio, perché è una qualità molto più alta.

Sei gelosa perché hai ricevuto quella gelosia in eredità. Quando sei con me devi cambiare molte cose, non perché io ti dica di cambiarle, ma perché tu stessa comprenderai che è necessario un cambiamento drastico.

Ad esempio, in tutto il mondo è diffusa l’idea che, se un marito a volte va con altre donne, ciò distruggerà il matrimonio. È una cosa completamente sbagliata. Al contrario, se il matrimonio ha qualche fine settimana di libertà, ciò cementerà ancora di più la tua relazione, perché vuol dire che esso non sta distruggendo la tua libertà, che tua moglie comprende il tuo bisogno di varietà. Sono bisogni umani.

I preti, i moralisti, i puritani, decidono loro quale sia l’ideale. Creano ideali bellissimi, e poi forzano queste idee su di te, pretendono che tu diventi l’ideale. Vogliono fare di tutti degli idealisti. Per diecimila anni abbiamo vissuto sotto l’ombra scura e tetra dell’idealismo.

Io sono un realista, non ho ideali. Per me, comprendere la realtà, e seguirla, è l’unica strada possibile per un uomo o una donna intelligenti.

Ho compreso – basandomi su migliaia di casi – che se il matrimonio non è una cosa così fissa, rigida, ma è un’amicizia, flessibile…. Allora una donna può dirti che ha incontrato un bel ragazzo e che passerà il week-end con lui. “E se ti interessa, posso portarlo a casa con me, piacerà di sicuro anche a te”. E se il marito può dire, non da ipocrita ma da essere umano autentico: “La tua felicità è anche la mia. Se hai trovato qualcuno, lascia perdere la casa, me ne prenderò cura io. Divertiti, perché so che quando tornerai, il fatto di aver vissuto un nuovo amore, ti renderà più fresca. Un amore nuovo ti porterà una nuova giovinezza. Questa settimana vai tu, e la prossima ho anch’io qualche progetto”.

Questa è amicizia. Quando tornano a casa, potranno parlare dell’uomo che lei ha incontrato, di come è andata, che non è stato poi il massimo… Tu parlale della nuova donna che hai incontrato… La tua casa è per te un rifugio. Ogni tanto puoi percorrere il cielo, libero e selvaggio, e poi puoi tornare e trovare tua moglie ad aspettarti, non per litigare ma per condividere le tue avventure.

Occorre solo un po’ di comprensione. La religione non c’entra; serve solo un comportamento un po’ più intelligente.

Sai benissimo che un uomo o una donna, per quanto belli siano, presto o tardi cominceranno a darti sui nervi. La stessa geografia, la stessa topografia, lo stesso paesaggio…

La mente umana non è fatta per la monotonia, né per la monogamia. Volere la varietà è una cosa del tutto naturale, non è in contrasto con l’amore. Anzi, più conosci altre donne, più apprezzerai la tua: la tua comprensione si approfondirà. L’esperienza ti arricchirà…. se hai conosciuto uomini diversi, sarai in grado di comprendere tuo marito in modo più accurato.

L’idea della gelosia scomparirà, perché siete entrambi liberi e non state nascondendo nulla.

Con gli amici si dovrebbe condividere tutto, specie i momenti più belli: momenti di amore, di poesia, di musica… dovrebbero essere condivisi. Così la tua vita diventerà sempre più ricca. Potreste raggiungere una tale armonia da voler passare insieme tutta la vita, ma non è un matrimonio.

La gelosia continuerà ad esistere finché il matrimonio rimane il fondamento della società.

Dai all’uomo libertà assoluta, e con tutto il cuore. E digli che non ha bisogno di nascondere nulla. “Nascondere qualcosa è un insulto. Vuol dire che non ti fidi di me”. Lo stesso deve accadere per l’uomo, in modo che possa dire alla moglie: “Sei indipendente tanto quanto me. Siamo insieme per essere felici, siamo insieme per crescere in un’estasi sempre più grande. E per l’altro faremo tutto, tranne diventare dei carcerieri”.

Dare libertà è una gioia, avere libertà è una gioia. Puoi avere così tanta gioia, e invece trasformi quell’energia in sofferenza, in gelosia, in conflitto, nello sforzo continuo di tenere l’altro in pugno.

Ho sentito di un uomo furioso e disperato a causa del comportamento di sua moglie. Non era colpa della donna, perché era una ninfomane. Cosa ci puoi fare? Una ha mal di testa, una è una ninfomane… Si innamorava proprio di tutti! Lui la portò dal dottore.

Era una donna molto bella. Il dottore le chiese di entrare nel suo studio per esaminarla. La accompagnò dentro e, dopo pochi minuti, gemiti e mugolii… e il marito era fuori ad aspettare: era davvero troppo! Entrò nella stanza e rimase di sasso: il dottore stava facendo l’amore con la moglie. Il marito gridò: “Che succede?”

La moglie rispose: “Sei un idiota, non capirai mai. Non vedi?”

Il marito, furioso, continuò: “Non sto parlando con te, sto chiedendo al dottore. Che succede?”

E il dottore rispose: “Non sta succedendo nulla, John, stai facendo tutto tu. Sto solo prendendole la temperatura”.

John era furioso. Aveva già sofferto tanto, e persino il dottore… e che sciocchezze stava dicendo, che le stava prendendo la temperatura? Quindi prese il suo coltello a serramanico e cominciò a punzecchiare il dottore. Questi disse: “Cosa significa? Che stai facendo?”

L’uomo rispose: “Niente, però stai attento. Quando quel coso verrà fuori, sarà meglio che ci siano riportati sopra dei numeri!”

Abbiamo creato un circo, non una cultura. E va avanti in modi diversi. Spero che riuscirai a non prendere più parte nella tua vita a questo stupido gioco.

È facile: se comprendi te stesso, sarai anche in grado di comprendere tua moglie. Forse che nei tuoi sogni non compaiono altre donne? In realtà, vedere la propria moglie in sogno è un fenomeno raro. La gente non vede mai la moglie o il marito nei suoi sogni. Ne hanno già abbastanza di loro! Se persino di notte, persino in sogno… allora non c’è più libertà.

Nei sogni vedi la moglie del vicino, il marito della vicina… dovresti comprendere che abbiamo creato una società sbagliata, una società che non è in armonia con la natura umana. Il desiderio di varietà è una qualità essenziale in una persona intelligente. Più sei intelligente, e più cerchi la varietà: c’è una correlazione tra intelligenza e varietà. Un bufalo è soddisfatto con un tipo di erba; per tutta la vita non toccherà altri tipi di erba. Non ha abbastanza cervello da voler cambiare, da voler conoscere nuove cose, nuovi territori, per volersi avventurare in nuovi spazi.

I poeti, i pittori, i musicisti, gli attori, tutte queste persone sono ricche di amore, ma il loro amore non è focalizzato su di un solo individuo. Sono ricchi di amore, ma esso è diretto a tutti gli individui con cui vengono in contatto. Sono le persone intelligenti, la parte creativa di noi.

Gli idioti non vogliono cambiare nulla. Hanno paura di cambiare perché ogni cambiamento vuol dire che dovrai di nuovo imparare qualcosa. L’idiota vuole imparare il funzionamento di una cosa una volta, e poi tenersela per tutta la vita. Può essere una macchina, o la moglie o il marito, non importa. Hai conosciuto una donna, conosci il suo modo di brontolare, ti sei abituato… a volte non solo ti sei abituato, ma sei anche diventato dipendente. Se improvvisamente la tua donna non brontola più, quella notte non riesci nemmeno a dormire; che è accaduto? Cosa c’è che non va?

Uno dei miei amici si lamentava continuamente con me di sua moglie: “È sempre triste, con la faccia lunga, e quando entro in casa sono sempre preoccupato… Cerco di passare tutto il tempo al club, ma alla fine devo andare a casa, ed eccola là”.

Io gli dissi: “Fai una cosa, solo come esperimento. Dato che lei è stata così seria, che ha brontolato in continuazione, immagino che non tu entri mai in casa sorridendo”.

Lui replicò: “E come posso farlo? Quando la vedo, qualcosa si ghiaccia dentro di me; sorridere…?”

Dissi: “Fai un esperimento. Oggi fai così: compra delle belle rose, è la stagione giusta; e poi del gelato, il migliore che c’è in città. Sorridi e canta una canzone!”

Lui disse: “Se me lo dici tu, ci proverò, ma non credo che farà alcuna differenza”.

Io aggiunsi: “Verrò con te, per vedere se cambia qualcosa oppure no”.

Il poveretto ce la mise tutta. Per strada, scoppiò a ridere più volte. Gli chiesi: “Perché ridi?”

Rispose: “Rido di ciò che sto per fare! Volevo che mi dicessi di chiedere il divorzio, e tu invece mi hai suggerito di comportarmi come se fossi in luna di miele!”

Dissi: “Immagina che sia proprio una luna di miele… fai del tuo meglio”.

Lui aprì la porta e sua moglie era là in piedi. Lui sorrise, e poi rise tra sé e sé del suo sorriso… E la donna era là in piedi quasi come una roccia. Lui le diede i fiori e il gelato, e poi entrai anch’io.

La donna non riusciva a credere a ciò che stava accadendo. Quando l’uomo andò in bagno, mi chiese: “Ma che succede? Non mi porta mai nulla, non sorride mai, non mi porta mai fuori, non mi fa mai sentire che mi ama, che mi rispetta. Che magia è questa?”

Dissi: “Nessuna magia, avete entrambi sbagliato. Adesso quando lui esce dal bagno, abbraccialo”. Lei disse: “Abbracciarlo?”

Replicai: “Sì, abbraccialo! Gli hai dato tante cose, adesso dagli un abbraccio, un bel bacio…” Lei disse: “Mio dio…”

Io dissi: “È tuo marito, avete deciso di vivere insieme. O riuscite a farlo con gioia oppure ditevi addio con gioia. Non c’è motivo… con una vita così breve. Perché sprecare senza motivo la vita di due persone?”

In quel momento l’uomo uscì dal bagno. La donna esitò un attimo, ma io la spinsi, quindi lei lo abbracciò, e l’uomo si spaventò tanto che cadde per terra! Non gli era mai passato per la testa che lei potesse abbracciarlo. Dovetti aiutarlo a rialzarsi. Gli chiesi: “Che è successo?”

Rispose: “È solo che non avrei mai immaginato che questa donna potesse baciarmi e abbracciarmi, e invece è possibile! E quando mi ha sorriso, era così bella”.

Due persone che vivono insieme per amore, dovrebbero assicurarsi che la loro relazione continui a crescere, che porti in ogni stagione nuovi fiori, che crei gioie nuove. Basta anche solo stare seduti insieme in silenzio…

Ma tutto ciò è possibile solo se abbandoniamo la vecchia idea del matrimonio. Tutto ciò che va oltre l’amicizia, è una cosa innaturale. E quando applichi il bollo della legge al matrimonio, in quel momento lo stai uccidendo… Non puoi mettere l’amore sotto il dominio della legge.

L’amore è la legge suprema. Devi scoprire le sue bellezze, i suoi tesori. I grandi valori, quelli che fanno dell’uomo l’espressione più alta della consapevolezza di questo pianeta, non devono essere ripetuti a pappagallo. Devi metterli in pratica nella tua relazione d’amore.

E questa è stata la mia esperienza: se uno dei partner incomincia a muoversi nella giusta direzione, l’altro prima o poi lo segue. Entrambi sono affamati d’amore, ma non sanno in che modo accostarlo.

Non esiste un’università che ti insegni che l’amore è un’arte, e che non sai già tutto della vita; che devi imparare proprio dall’inizio.

È un bene che siamo costretti a scoprire di persona ogni tesoro che la vita racchiude… e l’amore è il più grande tesoro dell’esistenza.

E invece quelle persone che potrebbero diventare compagni di viaggio, che potrebbero cercare insieme l’amore, la bellezza e la verità, perdono tempo con la gelosia, con le discussioni.

Diventa un po’ più consapevole, e comincia da parte tua a cambiare, non aspettare che lo faccia l’altro. Accadrà anche per l’altro. Sorridere non costa nulla, amare non costa nulla, condividere la tua gioia con qualcuno che ami non costa nulla.

 

 

Osho: Sermons in Stones, # 13

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.