Interferenze Aliene

 


risveglio22

Non perderò tempo nel tentativo di spiegare al pubblico meno preparato perchè oramai sempre più studiosi danno per assodato che talune civiltà aliene colonizzarono la Terra già migliaia, forse milioni, di anni fa. Le versioni della nostra storia antica e dell’evoluzione della specie umana che vengono propinate nelle scuole e nelle università costituiscono un falso totale, sono semplicemente ridicole e andrebbero completamente riscritte.

La prima cultura storica della presente Era è considerata la civiltà Ubaid, precedente ai Sumeri, nell’odierno Iraq, che va dal 5300 al 4000 a.C. In questa pagina sono riportati esempi delle loro statuette funerarie: rappresentano “divinità” rettiliane.
Sulla Terra abitano differenti civiltà aliene. Innanzitutto precisiamo che il termine “alieno” non necessariamente indica provenienza da altri pianeti, in quanto è aliena una forma di vita diversa rispetto a quelle conosciute dall’umanità, che potrebbe anche abitare nella dimensione astrale o nel sottosuolo terrestre. Dal momento che anche nelle visioni di antichi sciamani compaiono i classici volti alieni descritti oggi nelle esperienze di abduction (=rapimenti), l’ipotesi che quando parliamo di entità aliene stiamo in realtà parlando di “qualcosa” che si sposta sul piano astrale è forse la più probabile. In ogni caso tali entità interferiscono nei modi più disparati con la vita degli esseri umani anche nella dimensione fisica.

Un libro eccezionale che analizza scientificamente il rapporto fra le piante psicotrope, lo sciamanesimo e il contatto con intelligenze aliene più evolute – le quali avrebbero utilizzato il nostro DNA per trasmettere informazioni attraverso la storia – è SCIAMANI di Graham Hancock.

Premetto subito che personalmente non posso fornire alcuna prova di questo. Lo so e basta, perché ho sufficienti motivi per esserne sicuro, e il mio scopo non è certo convincere qualcuno. Ci sono già diversi studiosi che nei loro libri si occupano di trattare la questione anche sotto aspetti più scientifici: le prove archeologiche, il contattismo e l’analisi psicologica dei soggetti vittime di abduction. Io preferisco che la verità di ciò che è contenuto in queste pagine venga avvertita intuitivamente dal lettore, anche perché non ci sono prove materiali che possano sostituire questo sentire interiore. Leggendo sentirete che è così, aldilà di ogni verificabilità, oppure non lo sentirete.

Vorrei precisare che non stiamo parlando di qualche disco volante fotografato dal testimone di turno sopra la sua fattoria, ma di un intero pianeta visitato e colonizzato da razze aliene da milioni di anni. Non a caso in tante antiche culture si parla del Dio Serpente e dei culti dedicati ad esso. Bisogna però distinguere fra le stirpi dei Grandi Antichi (siano essi famiglie di rettiliani, vampiri…), veri e propri maestri provenienti da altri mondi e dimensioni che hanno dominato, governato e istruito la prima umanità, e quelle entità extraterrestri che si muovono sul piano astrale e possono talvolta apparire in forma di “grigi” o “rettiliani”, i quali invece sono qui per scopi egoistici di conquista. D’altra parte, in tutte le religioni si fa anche riferimento a « demoni » che dimorano su un piano più sottile, i quali sono sempre stati rappresentati con fattezze simili ai rettiliformi, con tanto di coda e lingua biforcuta.

Come anche Corrado Malanga fa notare nel suo testo ALIENI O DEMONI, in realtà quando l’essere umano nella storia ha parlato di “demoni” si è quasi sempre riferito, senza saperlo, a razze aliene, i cui membri sono capaci di assumere una forma esteriore umana e spostarsi con facilità dal piano fisico a quello astrale. Ovviamente questo non significa che gli alieni siano gli unici abitanti del mondo astrale.
La situazione del nostro pianeta è ben rappresentata dal film “Essi vivono” (They live), 1988, di John Carpenter. Anche la serie televisiva “Visitors”, trasmessa negli anni ’80, fornisce un’idea chiara di cosa sta accadendo.
Immagini tratte dal film Essi vivono (by Soraya)

statuetta civiltà Ubaid, Sumeri 5300 - 4000 a.C.Gli “uomini rettile” o “dei serpente” sono creature sovente menzionate nella mitologia e nel folclore. Sono anche presenti nella fantascienza, nell’ufologia e nelle teorie del complotto di John Rhodes, David Icke, Riley Martin, Herbert Schirmer, Paul Shockley, Laurence Gardner, Zecharia Sitchin e Sebastiano DiGennaro.
Il primo re mitico di Atene, Cecrope, era mezzo uomo e mezzo serpente.
I nativi americani Hopi raccontano dell’esistenza di una razza di uomini rettile che vivrebbe sottoterra chiamata Sheti o Fratelli Serpente.
Nelle scritture e leggende indiane, i Naga (Devanagari) sono esseri a forma di serpente che si riteneva vivessero sottoterra, pur avendo contatti anche con gli uomini.
In Cina, Corea e Giappone, i reami sottomarini sono mitologicamente popolati da Re Dragoni e i loro discendenti sono considerati umani discendenti da una razza di dragoni. Questa discendenza viene spesso rivendicata dagli Imperatori Asiatici, che si credeva fossero in grado di mutare volontariamente da una forma umana ad una forma di drago.
Nel Mali c’è una popolazione, i Dogon, che possiede un mito di fondazione che comprende un uomo rettile. I Dogon dicono di discendere dal dio Amma, proveniente dalla stella Po Tolo (Sirio B).
Gli dei serpente, che compaiono in così tante culture, non sono però, per il solo fatto di essere serpentiformi, i cattivi di turno… come vengano spesso additati dai newageisti che pubblicano video su YouTube e la cui unica cultura storico-letteraria deriva dai libri di David Icke!!

Le diverse razze presenti sulla Terra sono qui per differenti motivi:
— 1 — Alcuni sono semplicemente qui per studiarci. Sono più evoluti di noi dal punto di vista intellettuale, ma non da quello spirituale. Ci studiano con indifferenza, così come noi studieremmo in maniera discreta una comunità di scimpanzè, magari catturandone uno ogni tanto per sottoporlo a un’analisi più dettagliata e poi riportarlo nella sua comunità.

— 2 — Altri sono più evoluti di noi sia dal punto di vista intellettuale che animico. Provengono principalmente da Venere, da Sirio e dalle Pleiadi, rispetto al nostro stato di coscienza loro sono maestri spirituali con il Cuore aperto e si trovano qui per aiutarci a crescere e, in una certa misura, per difenderci dal dominio delle altre razze, di fronte alle quali siamo come bambini ignoranti e indifesi. Basti pensare che siamo l’unico pianeta del Cosmo dove gli abitanti non credono siano possibili contatti con altre civiltà. Quando Georges Gurdjieff diceva che questo è il posto peggiore dell’Universo… aveva ragione. Siamo nel posto dove esiste l’ignoranza maggiore riguardo ciò che accade nel Cosmo e l’attività delle diverse civiltà che lo abitano. So per certo che esiste un’Alleanza Galattica di cui numerosi pianeti e centinaia di razze in costante contatto fra loro fanno già parte, e aspettano solo che la Terra – l’idiota del villaggio – si svegli per potersi unire a loro consapevolmente. Ma noi siamo ancora qui a chiederci se “siamo soli nell’Universo”!!!
[Al proposito si veda anche il libro di Anne Givaudan “Alleanza”, citato in bibliografia]
Il personaggio più famoso, fra quelli che contattarono questi alieni spiritualmente più evoluti fu George Adamski, statunitense di origine polacca, il quale negli anni ’50 e ’60 scrisse numerosi libri a proposito, estremamente utili ancora oggi. Ma anche Helena Petrovna Blavatsky, Alice Bailey e i nostri contemporanei Anne e Daniel Meurois-Givaudan sono in contatto con maestri provenienti da Venere. Ovviamente, quando si parla della vita su Venere, si sta parlando di un piano più sottile rispetto a quello fisico [per una descrizione dettagliata della vita su Venere si veda ancora il libro “Alleanza”].
Anche questi extraterrestri talvolta praticano una certa forma di abduction, ma con modalità decisamente meno traumatiche rispetto agli altri. L’esperienza è positiva per l’addotto, il quale non si sente minacciato, è pervaso di pace interiore e il suo libero arbitrio non viene mai violato.

— 3 — Altre razze sono invece qui per dominarci e usarci come fonte di cibo energetico/emotivo. I grigi e i cosiddetti rettiliani fanno parte di questa categoria di razze. I grigi a quanto pare sono al servizio delle razze più forti, fra cui i rettiliani, per le quali svolgono numerosi compiti. Occupano quindi una posizione di sudditanza. Sia i grigi che i rettiliani hanno delle capacità mentali molto maggiori di quelle dell’uomo medio e sono telepatici. Queste razze sono anche i principali responsabili del fenomeno abduction (i rapimenti).
I personaggi più conosciuti che si occupano di queste razze sono David Icke e l’italiano Corrado Malanga [vedi bibliografia]. Ciò che dicono, sebbene molto interessante, non è però da prendere tutto come oro colato. I capi di stato e i reali d’Inghilterra che si trasformano in rettili, come sostiene Icke, potrebbero rappresentare solo il parto di un subconscio molto stressato!! Se uno scrittore esprime un’idea intelligente, ciò non significa automaticamente che TUTTO ciò che esce dalla sua bocca sia intelligente. Per esempio, uno degli errori di Malanga e Icke consiste nel considerare tutti gli alieni come fonte di pericolo. Come abbiamo visto, questo è profondamente sbagliato, ci sono anche razze che sono qui per assisterci nel nostro cammino evolutivo, e persino fra i rettiliani ci sono famiglie formate da esseri spiritualmente molto evoluti e consapevoli che coadiuvano l’ascensione terrestre da migliaia di anni.

— 4 — In realtà i VERI rettiliani sarebbero delle coscienze molto evolute, delle divinità se confrontati a noi, detti anche Grandi Antichi, stirpi regali che milioni di anni fa dominavano e istruivano gli esseri umani. (appartengono quindi al sopra citato punto –2–). Anche per alcune stirpi di vampiri vale lo stesso discorso (avete presente le famiglie di cui si parla nel film “Twilight”?). Sono anche detti Draconiani, in quanto provenienti dalla costellazione Draco (Dragone) dove si trova la stella Alpha Draconis. Una parte dell’umanità di oggi discende geneticamente da queste stirpi: sono i grandi leader, personalità molto carismatiche, magnetiche, veri condottieri (di solito esprimono quello che in Teosofia viene chiamato Primo Raggio, o raggio della Volontà/Potere). Dotati di grande volontà e intelligenza, hanno però difficoltà con l’espressione delle emozioni. Stando ad alcuni racconti provenienti dalle culture sciamaniche, a un certo punto della storia si sarebbero rifugiati nel sottosuolo, dove ancora risiedono, attendendo la fine del Kali Yuga e l’avvento della Nuova Età dell’Oro. In alcune Scuole Occulte si insegna che tali stirpi non provengono da altri mondi, sarebbero indigeni della Terra che hanno seguito la linea evolutiva rettiloide anziché quella degli ominidi; ma questo è tutto da verificare.
Anche in questo caso sarebbe utile leggere SCIAMANI di Graham Hancock.
Invece i rettiliani di cui tratta David Icke – e di cui si parla tanto oggi nell’ambiente new age – appartengono al sopra citato punto –3–, le razze sfruttatrici. Le loro sembianze rettiliformi non sono reali, si tratta di proiezioni olografiche di coscienze extraterrestri che abitano sul piano astrale, venute qui per scopi di dominio sull’umanità. Sono, per l’appunto, i demoni delle tradizioni religiose… i nostri demoni.
Questi ultimi, nel manifestarsi sul piano materiale assumono forme rettiliane perché rappresentano in realtà la proiezione delle nostre stesse paure; sono infatti più INTERIORI che esteriori a noi. David Icke, seppur in buona fede, nel fare “di tutte le erbe un fascio” sta creando confusione anziché portare chiarezza, dando vita a un vero e proprio movimento di persone che odia la stirpe rettiliana nel suo complesso! E l’odio verso una razza… terrestre o meno… è sempre pericoloso!
Su internet, fra i numerosi siti che si occupano – pur non possedendo alcuna conoscenza esoterica reale, ma solo rifacendosi ai libri di Icke – di questo argomento, si è già cominciato ad additare personaggi pubblici o addirittura persone comuni come “rettiliani” oppure “dominati dai rettiliani” creando una nuova e ridicola sorta di alienofobia discriminante!!

Attualmente le informazioni pubbliche più attendibili si trovano sul sito www.ascensione93.org  e in particolare nei filmati
La questione dei Rettiliani (ulteriore approfondimento).

Ma anche in queste informazioni ci possono essere delle imprecisioni. Non prendo invece nemmeno in considerazione i video che girano su YouTube dove si vedrebbero persone che si trasformano in rettili davanti alle telecamere!!

messaggeri dalle PleiadiSia gli “alieni buoni” che gli “alieni cattivi” diverse migliaia di anni fa si sono accoppiati con maschi e, soprattutto, femmine umane, le “figlie degli uomini” di cui si legge anche nella Genesi 6,1-2:
« Quando gli uomini cominciarono a moltiplicarsi sulla terra e nacquero loro delle figlie, i figli di Dio videro che le figlie degli uomini erano belle e ne presero per mogli quante ne vollero.»
Ricordiamoci che Eva fu sedotta da un Serpente.
Questo ha fatto sì che si creassero nuove combinazioni genetiche, che hanno dato vita a differenti LINEE DI SANGUE, più “demoniache” o più “divine”. Gli eroi e i semidei dell’antichità – siano essi positivi o negativi – hanno questa derivazione. Nel passato questi esseri venivano scambiati dagli uomini per divinità, angeli e demoni. Queste linee di sangue si sono conservate, più o meno pure, fino a oggi. Da qui traeva origine l’antica prescrizione – presente in diverse culture – di preservare la “purezza della razza” evitando di accoppiarsi con esponenti di razze differenti. A questo punto si può infatti facilmente comprendere come a una certa genetica corrisponda anche una determinata linea di sangue e, di conseguenza, una più o meno ampia levatura spirituale. Abbiamo così i FIGLI DEGLI DEI che si distinguono dai FIGLI DEGLI UOMINI. I motivi di tale antica prescrizione con il tempo sono stati dimenticati e tutto è in seguito degenerato in un volgare razzismo privo di senso.
Gli esseri umani appartenenti alle linee di sangue aliene possiedono caratteristiche che i FIGLI DEGLI UOMINI – i veri terrestri – non possiedono. Questi ultimi, che oggi costituiscono le grandi masse inconsapevoli, sono stati creati geneticamente per servire da schiavi alle prime razze aliene. Miliardi di persone dotate di un’intelligenza elementare di tipo imitativo e che non sono in grado di produrre pensiero critico.
I discendenti delle linee di sangue aliene possiedono invece facoltà mentali molto sviluppate e possono contare su una grande forza di Volontà e un grande magnetismo che li rende carismatici (sono maghi, guaritori, artisti, leader e condottieri naturali). Per esempio, i discendenti della razza di maestri/alieni provenienti da Venere che ha formato la Fratellanza Bianca – o Loggia Bianca, o Gerarchia Spirituale – che risiede a Shamballa, possiedono in maniera più o meno accentuata una capacità superiore alla media di aprire il proprio Cuore e provare amore verso il prossimo e sono spesso dotati nelle arti e nella guarigione. Mentre i discendenti della stirpe rettiliana manifestano soprattutto grande forza di Volontà e doti di leadership, ma assenza di Cuore più o meno marcata.

Questa è la realtà. E che voi ci crediate o meno, questa realtà non cambia.
Se volete veramente approfondire la questione e ottenere più conoscenza, l’Esistenza vi mostrerà le vie per trovarla. Che voi siate medici, operai, avvocati, esoteristi, professori universitari o fruttivendoli… prima o poi arriverete a ottenere questa conoscenza, come è accaduto a tanti.

Nei prossimi articoli parlerò delle “forze della dualità”, cioè i diavoli, quelle entità che vivono nel mondo astrale e si nutrono di dualità, ossia di “separazione” e quindi sofferenza. Demonologi e ufologi dovrebbero però lavorare in collaborazione, in quanto quando parliamo di diavoli o demoni stiamo in realtà parlando di entità colonizzatrici di origine non terrestre. Esse si nutrono della sofferenza degli esseri umani, cioè delle emozioni negative che i terrestri emettono quotidianamente vivendo all’interno di questa realtà illusoria. La loro potenza è talvolta così estesa da indurre gli esseri umani ad adorarli come divinità. Noi per loro siamo solo cibo emotivo: finché restiamo addormentati nella nostra personalità invece che identificarci con il nostro vero Sé, non possiamo liberarci dalla schiavitù e il nostro compito consiste nel fabbricare l’energia di bassa qualità che a loro serve per sopravvivere. Siamo le loro batterie. Esattamente come accade in “Matrix” dei fratelli Wachowsky, 1999.

statuetta civiltà Ubaid, Sumeri 5300 - 4000 a.C.

Se volete liberarvi dovete svolgere un lavoro quotidiano di « autoosservazione » e « presenza » per andare oltre tutte le emozioni negative e il pensare compulsivo. Lo stato di « presenza » che si trova oltre la mente è l’unico rifugio sicuro. Dovete smettere di fabbricare cibo per loro. Paradossalmente, tutti i demoni riconoscevano immediatamente Gesù quando lo incontravano, mentre la maggior parte degli esseri umani no. Questo può accadere perché Gesù, così come ogni altro “liberato”, non costituisce più una fonte di cibo per loro. Queste entità riconoscono immediatamente con terrore un essere che non produce più cibo astrale, e che quindi dal loro punto di vista rappresenta la morte.
Inoltre il sistema sociale fa di tutto per tenere in uno stato di “sonno” gli esseri umani attraverso la prescrizione degli psicofarmaci, le diffusione delle droghe a livello planetario, l’alcool, le trasmissioni televisive, le religioni, il cibo spazzatura, l’educazione scolastica, l’abuso della pornografia o il moralismo restrittivo in fatto di sesso. Questi ultimi due fattori, anche se sembrano muoversi in direzioni opposte, agiscono invece entrambi sull’intrappolamento dell’energia sessuale dell’essere umano, la quale può invece venire utilizzata per il suo risveglio e la sua liberazione.
Ho trattato nel mio libro LA PORTA DEL MAGO numerosi argomenti direttamente collegati a quello esposto in questo articolo: il diavolo, cosa significa vendere l’anima al diavolo, i metodi di asservimento delle masse, la magia nera, il salto vibrazionale della Terra.

 

 

Testi sull’argomento:
ALIENI O DEMONI
di Corrado Malanga, Chiaraluna Edizioni, 2007
SCIAMANI
di Graham Hancock, TEA, 2005
IL PIANETA DEGLI DEI
di Zecharia Sitchin, Piemme Edizioni, 1978
ALLEANZA
Anne Givaudan, Edizioni Amrita, 2000
DOPO L’11 SETTEMBRE – DALLA SOTTOMISSIONE ALLA LIBERTA’ vol 2
Anne Givaudan, Edizioni Amrita, 20??
FIGLI DI MATRIX
David Icke, Macro Edizioni, 2001
I DISCHI VOLANTI SONO ATTERRATI
George Adamski, Mediterranee, 1953
I DISCHI VOLANTI TORNERANNO
George Adamski, Mediterranee, 1960
DIO, ANGELI, EXTRATERRESTRI…
di Zecharia Sitchin, Gruppo Editoriale Futura, 1995

 

 

 

Fonte: http://officinaalkemica.altervista.org

 

2 thoughts on “Interferenze Aliene

  1. Super

    Mi interesserebbe sapere la fonte di tale affermazione riportata nell’articolo di cui sopra:
    “i discendenti della razza di maestri/alieni provenienti da Venere che ha formato la Fratellanza Bianca – o Loggia Bianca, o Gerarchia Spirituale – che risiede a Shamballa, possiedono in maniera più o meno accentuata una capacità superiore alla media di aprire il proprio Cuore e provare amore verso il prossimo e sono spesso dotati nelle arti e nella guarigione. Mentre i discendenti della stirpe rettiliana manifestano soprattutto grande forza di Volontà e doti di leadership, ma assenza di Cuore più o meno marcata”.
    Qualora si abbiano altre notizie a riguardo prego condividerle.

    • Valerio

      Ciao, la fonte è scritta in fondo alla pagina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong> 

*