Sei modi per trasformare i desideri in oro

 

tesoro2

 

Il metodo per tramutare il desiderio di ricchezza nel suo equivalente finanziario consiste in sei precise fasi pratiche:

1. Stabilite esattamente la quantità di denaro che volete. Non basta dire: «Desidero avere un sacco di soldi». Siate precisi sull’ammontare. (Sotteso a questa fase vi è un motivo psicologico che descriveremo in un prossimo capitolo).

2. Determinate con precisione ciò che intendete dare in cambio del denaro che desiderate. (Nella realtà, non si ottiene mai qualcosa senza concedere nulla).

3. Fissate la scadenza entro cui intendete possedere la somma di denaro.

4. Concepite un progetto dettagliato per realizzare il vostro desiderio e cominciate subito, anche se non siete pronti, a metterlo in pratica.

5. Elaborate e mettete per iscritto una frase chiara e concisa contenente l’ammontare finanziario che volete avere, la scadenza entro cui acquisirlo, ciò che siete disposti a dare in cambio e il progetto con cui intendete accumularlo.

6. Leggete la frase a voce alta, due volte al giorno, di sera prima di coricarvi e alla mattina subito dopo esservi alzati. Mentre leggete, immaginatevi, sentitevi e credete di essere già in possesso della cifra stabilita.

È importante che seguiate le istruzioni di queste sei fasi, specie quelle finali. Forse non siete convinti che sia possibile “immaginarvi in possesso della cifra” prima di possederla, ma qui vi soccorrerà il vostro desiderio ardente. Se volete davvero arricchirvi al punto da trasformare la voglia in ossessione, non avrete difficoltà a persuadervi di poterci riuscire. L’obiettivo è il denaro, ed essere determinati ad averlo, tanto da convincersi di essere in grado di realizzare il desiderio.

Riuscite a immaginarvi milionari?

Per i non iniziati, coloro che non conoscono i princìpi operativi della mente umana, le istruzioni delle sei fasi potrebbero apparire poco pratiche. A chi non riesce a cogliere la loro praticità, però, potrebbe essere utile sapere che esse sono state attinte direttamente da Andrew Carnegie, il quale aveva iniziato come semplice operaio d’acciaieria, riuscendo col tempo e con la loro applicazione a farle fruttare, fino ad accumulare una fortuna che supera ampiamente i cento milioni di dollari.

Vale inoltre la pena notare che le sei fasi citate vennero attentamente vagliate pure dal compianto Thomas Edison, che diede la sua approvazione alla loro applicazione, considerandole non solo essenziali per l’arricchimento personale ma anche per il conseguimento di qualsiasi scopo.

Le fasi non richiedono un “duro lavoro”. Non implicano sacrifici, non pretendono che si diventi ridicoli, o creduloni. Per applicarle non ci vogliono anni di istruzione scolastica. Tuttavia, ci vuole una sufficiente fantasia per capire che l’accumulo del denaro non può essere lasciato alla fortuna o alle occasioni favorevoli. Occorre rendersi conto che tutti quelli che si sono arricchiti si sono Impegnati in via preliminare a sognare, sperare, desiderare, volere e progettare prima di intascare i soldi.

Perciò, sappiate fin d’ora che non sarete mai molto ricchi se non con la previa elaborazione di un desiderio ardente di accumulare denaro e con la convinzione di poterlo possedere.

trattto da:  Pensa e arricchisci te stesso di Napoleon Hill

Pensa e arricchisci te stesso Pensa e arricchisci te stesso

Napoleon Hill

Compralo su il Giardino dei Libri

Lascia un commento