Nessuno è condannato alla sfortuna

legge di attrazione23

In effetti, il subconscio volge nell’equivalente fisico perfino i pensieri di natura negativa e distruttiva, e lo fa altrettanto rapidamente di quando agisce in base agli impulsi positivi. Ciò spiega lo strano fenomeno per cui milioni di persone credono di essere dominate dalla “sfortuna”, o “malasorte” che dir si voglia.

Sono infatti moltissimi coloro che ritengono di essere “condannati” alla povertà e al fallimento da una forza immateriale che suppongono di non poter controllare. Sono loro stessi a “creare” le proprie sfortune a causa di questa convinzione negativa, che viene recepita dal subconscio e tradotta in pratica.

Voglio di nuovo sottolineare che, trasferendo al subconscio qualunque desiderio da tradurre nel suo corrispettivo monetario, potrete beneficiare della convinzione che farà accadere tale aspettativa. La fede è l’elemento che determina la messa in moto del subconscio. Non esiste nulla che vi impedisca di “ingannare” il subconscio immettendovi istruzioni per mezzo dell’autosuggestione, come feci con mio figlio a proposito della sua sordità.

Per rendere più realistico quest'”inganno”, quando chiedete l’aiuto del subconscio, comportatevi come se possedeste già la cosa materiale che vorreste avere.

Grazie ai metodi più diretti e disponibili, il subconscio convertirà nel corrispettivo fisico tutti gli ordini che gli date con la fiducia che l’ordine sarà eseguito.

Ormai ne sapete abbastanza per acquisire in pratica la capacità di unire la fede a qualsiasi ordine da dare al subconscio. La perfezione, infatti, matura attraverso l’esperienza concreta, non può derivare dalla semplice lettura delle istruzioni.

Si devono pertanto incoraggiare le emozioni positive in quanto forze che dominano la nostra mente e scoraggiare quelle negative, preferibilmente eliminandole.

La mente dominata dai sentimenti positivi diventa una sede che accoglie con favore lo stato mentale detto fede. Una mentalità simile può istruire volontariamente il subconscio affinché agisca con prontezza in base a ordini produttivi.

La fede, come fiducia nella realizzazione del desiderio, è una condizione mentale che può essere indotta dall’autosuggestione.

Ora, con linguaggio comprensibile da ogni essere umano, descriverò ciò che sappiamo sui modi per sviluppare la fede qualora non ce l’avessimo.

Abbiate fiducia in voi stessi e fede nell’Infinito.

Prima di iniziare, ricordate ancora che la fede è l'”elisir eterno” che dà vita, forza e azione agli impulsi mentali!

Vale la pena leggere una seconda volta, anche una terza e una quarta, la frase precedente, magari ad alta voce!

La fede è il punto d’avvio per l’accumulo di ogni ricchezza!

La fede è il fondamento di ogni “miracolo” e di tutti i misteri non analizzabili con le regole scientifiche! È l’unico antidoto contro il fallimento!

Essa è l’elemento, la sostanza “chimica” che, miscelata con la preghiera, ci permette di entrare in comunicazione diretta con l’Intelligenza Infinita.

È ciò che trasforma le comuni vibrazioni di pensiero, create dalla mente limitata dall’uomo, nel loro equivalente spirituale, perciò infinito.

 

Tratto da: Pensa e arricchisci te stesso – Napoleon Hill

Pensa e arricchisci te stesso Pensa e arricchisci te stesso 

 

Napoleon Hill

Compralo su il Giardino dei Libri

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.